ossessioni-damore-21-07-2016-2

Le ossessioni d’amore

Lo scorso 21 luglio ho avuto il privilegio di calcare il palco del Mosaica Festival con due fantastici terapeuti: Gian Paolo Del Bianco e Giuseppina Tazioli, che hanno commentato in sei differenti fasi il monologo che ho portato in scena che fu interpretato dalla divina Anna Magnani nel 1958 in un film che Rossellini dedicò alla sua arte che si chiamava “L’amore”.

E’ stata un’esperienza che mi ha rivelato così tanto! Ed è stupefacente quanto solo ed esclusivamente sul palco accadano certi movimenti interiori. Ad un certo punto mi sono resa conto che, pur avendo desiderato appigliarmi all’uso della Tecnica Chubbuck (in modo da poter essere rassicurata da questa durante la prima esperienza importante), non avevo veramente bisogno di niente. Niente. Ogni cosa fluiva attraverso di me lasciandomi delle sensazioni che non potevo nascondere nemmeno volendo. E questo credo abbia costituito parte del successo di quella sera di cui altrimenti avrei dato il più grande merito soprattutto a Gian Paolo e Giuseppina. Quindi ringrazio:

tutti gli intervenuti,

questi due magnifici compagni di viaggio,

gli altri due sostenitori (in regia) magici: Gerard e Federico,

le due cofondatrici del Mosaica Book bar, amiche di vecchia data: Paola e Simona (quest’ultima anche per quello che ha detto dal palco, mi ha quasi commossa),

l’Universo che voleva proprio farmi vedere che ero pronta a fare un’esperienza così intensa e difficile e che voleva proprio rassicurarmi che la tecnica Chubbuck, dopo 11 mesi di formazione mooooolto intensa fra Roma e Los Angeles, è ormai dentro di me.

Aaaaaaamo la mia vitaaaaa!!!!

<3 <3 <3

 

 

1 comment for “Le ossessioni d’amore

  1. Simona Barberi
    14 settembre 2016 at 20:22

    Meravigliosa Lisa, mi hai fatto venire i brividi,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *